Spiagge

By admin 0

E’ incredibile come una costa così apparentemente inaccessibile sia in realtà disseminata di piccole e confortevoli cale. La costa è scoscesa e ripida, con pareti rocciose che arrivano sul mare, pinnacoli e torrioni; il tratto di costa più bassa di questo golfo, denominato Golfo di Orosei, è proprio quello di Cala Gonone.

Piccoli boschi pensili come quello di Biriola, colorano di verde questo paesaggio primordiale e sembra quasi impossibile che sino a poche decine di anni fa fosse abitato da pastori e carbonai che vi svolgevano le proprie attività. L’acqua è di colore ora smeraldo ora turchese.
Il suo colore dipende dalla sabbia, bianchissima, e dalla presenza di sorgenti sotterranee che rifraggono la luce del sole.

Le sue trasparenze sono apprezzabili soprattutto nelle giornate di mare calmo ma il fascino del mare è presente anche nelle giornate tempestose: quando il vento proviene da est l’elemento liquido mostra la sua affascinante violenza mentre si infrange sulla costa e sui frangiflutti del porto.
Mentre quando il vento soffia dai monti, spesso violento, “spazzola” le creste delle dolci onde dando origine ad un aerosol marino che si innalza per parecchi metri.

Ma se proprio si vuole godere appieno e percepire quanto questo elemento possa dare all’atmosfera di un luogo bisogna fare almeno due cose: alzarsi presto all’alba per vedere il sole sorgere dal mare e sdraiarsi nelle notti d’estate sulla spiaggia per vedere brillare le stelle.